peperonity.com
Welcome, guest. You are not logged in.
Log in or join for free!
 
Forgot login details?

For free!
Get started!

L'ipotesi quantica | oltrelasoglia


L'ipotesi quantica
~-----'^ e oltre ^'-----~
immagine - Wallpaper


La realta' materiale e' piena di cose che noi possiamo vedere, toccare, annusare, assaporare. Tuttavia se riduciamo gli oggetti a livello dell'atomo i nostri sensi non sono gia' piu' in grado di percepirli.

Esiste un limite massimo per rendere piccole le cose, che e' dato dall'atomo di idrogeno, la particella prima originata dal Big Bang, la piu' piccola dell'Universo. Rimpicciolendola oltre l'atomo di idrogeno, la materia subisce una trasformazione: tutto cio' che e' solido scompare.

Gli atomi sono composti da una certa quantita' di energia vibrante, priva di massa e di forma. "Quantum" e' il termine scelto per denominare l'unita' di energia all'interno dell'atomo, e, di conseguenza, questo livello della realta'. A livello quantico, nessun aspetto della realta' quale noi la percepiamo rimane integro: tutto diviene un insieme di vibrazioni che avvengono nel vuoto. Tutti gli oggetti che possiamo vedere, toccare, annusare, assaporare, e che costituiscono la nostra realta', a livello quantico sono composti per il 99,999999 per cento di spazio vuoto. In proporzione, la distanza tra un elettrone ed il nucleo attorno al quale vortica e' superiore a quella che separa la Terra dal Sole.

Il mondo intero e' un miraggio quantico, vibrazioni di energia che appaiono e scompaiono milioni di volte al secondo. A questo livello l'intero Universo e' una sorta di luce intermittente: non stelle ne' galassie nella forma che noi diamo loro, ma solo campi di energia vibrante che i nostri sensi, troppo lenti, non sono in grado di registrare.

Il nostro cervello ci inganna continuamente offrendoci la vista di oggetti solidi "continui" nel tempo e nello spazio, cosi' come ci appare "continuo" un film, che e' fatto di una pellicola che scorre: 24 fotogrammi al secondo in sequenza alternati a 24 momenti di buio, cioe' gli intervalli in cui ciascuna immagine viene tolta e sostituita dalla successiva; ma poiche' il cervello non e' in grado di registrare 48 tra movimenti e pause nell'arco di un secondo, si crea l'illusione della continuita'. In termini quantici: se replichi all'infinito questo stesso procedimento aumentandone infinitamente la velocita', otterrai il film chiamato: "vita quotidiana".

Siamo fotoni lampeggianti, un'emozione di lampi di luce vibrante e vuoti neri tra un'apparizione e l'altra. Appena un passo avanti c'e' la Bellezza drammatica del Silenzio di dio.

Il nostro corpo, ogni nostro pensiero e desiderio, ciascun accadimento, vengono creati in continuazione. Ovvero: la Genesi e' qui e ora, e' sempre stata, sempre sara'. Il Potere della Creazione, qualunque esso sia, e' alla base di quest'energia capace di trasformare le nubi gassose di polvere sia in stelle che in dna. Chi c'e' dietro questa infinita Creazione? Quale mente o visione possiede la capacita' di raccogliere e riordinare l'Universo in una frazione di secondo?

Oltre qualunque energia c'e' solo il Vuoto, un livello pre-quantico che la fisica ipotizza definendolo "virtuale": la luce non brilla piu', lo spazio non copre piu' alcuna distanza, il tempo diviene eternita'. E' questo cio' che la Bibbia chiama il Grembo della Creazione? Un concetto cosi' lontano dalle nostre logiche che solo il linguaggio religioso sembra in grado di sfiorarlo. Il livello ultimo della realta'.

A tutti questi livelli: la Vita esiste. E' la risposta ultima.
In forma fisica, energetica, spirituale ed infine come pura coscienza, l'uomo e' parte di tutti i livelli della realta'.

Proviamo a fare qualche passo indietro. Elettrone, elettricita' sono termini che derivano dal greco "electron", con cui era anticamente chiamata l'ambra. Difatti fin dall'antichita' era nota la proprieta' di questa gemma di attirare corpuscoli quando viene sfregata con un panno di lana. Vi sono stati ritrovamenti, come per esempio la cosidetta "pila di Baghdad" o oggetti di epoca precolombiana, realizzati mediante elettrolisi. Anche alcuni tratti delle mura di Gerusalemme sembrano saldati utilizzando la stessa tecnica.

Quindi la "conoscenza intuitiva", che l'umanita' possedeva in tempi remoti ed in seguito perse, aveva portato gia' nell'antichita' alla scoperta dell'energia convenzionale, ma anche di un'altra forma di energia a noi moderni tuttora oscura. Questa forma di energia, sia per la percezione che per l'utilizzo, e' strettamente connessa alla consapevolezza, cioe' per percepirla e' necessario entrare in quello stato di attenzione definito "coscienza intensiva", che si concretizza per esempio attraverso la pratica della meditazione. Le rilevazioni effettuate tramite EEG (ElettroEncefaloGramma) hanno evidenziato infatti che la meditazione ed altre pratiche spirituali consentono il passaggio delle onde cerebrali da alfa a beta. Basterebbero i concetti fin qui espressi per spiegare tutti i fenomeni "paranormali".

L'energia spirituale ebbe molti nomi e molte rappresentazioni: era il Mana degli Sciamani, le Serpi di Terra dei sacerdoti caldei, i Draghi del Feng-Shui, la Panacea Universale dei maghi rinascimentali... e cosi' via. Si manifesta influendo sui processi che regolano e mantengono in vita l'organismo umano. Questa influenza e' cio' che fu chiamato "Prana" dagli Indiani, "Qi" dai Cinesi, "Pneuma" dai Greci.

L'importanza della connessione dell'uomo con l'Universo, che e' alla base di questa forma di energia, ci rimanda sia alle tradizioni iniziatiche sciamaniche che a quelle dei misteri egizi e greci. Queste tradizioni in seguito confluirono nelle scuole esoteriche e magiche, che spesso, purtroppo, ne travisarono il significato.

Vista da questa prospettiva, tutta la "tradizione iniziatica" cambia aspetto ed assume una chiarezza rivelatrice. Oltre alla prova della trasformazione delle onde cerebrali da alfa in beta, ci sono anche le cosidette "coincidenze minerali" dei luoghi misterici. Consideriamo, ad esempio, i complessi megalitici, tipo Stonehenge: gli antichi erigevano questi monumenti allineando le pietre ai solstizi e agli equinozi; in tal modo incanalavano e sintonizzavano le energie della Madre Terra. Questa era la funzione dei megaliti, prova ne sia che le pietre utilizzate non erano scelte a caso: risultano in gran parte composte da pirite e quarzo, due minerali di cui e' conosciuta la proprieta' di immagazzinare l'energia e cambiarne la frequenza.

(... continua...)




This page:




Help/FAQ | Terms | Imprint
Home People Pictures Videos Sites Blogs Chat
Top
.